NEUROLOGIA

La Neurologia è una particolare specializzazione della medicina che si interessa di tutte le malattie e le alterazioni che riguardano il Sistema Nervoso Centrale (SNC). Quest’ultimo è costituito da numerose strutture anatomiche, tra le quali ritroviamo il cervello, il cervelletto e il midollo spinale.

La Neurologia si occupa, inoltre, delle patologie e dei disordini di quello che viene definito Sistema Nervoso Periferico, ovvero dell’insieme dei nervi, dei gangli e delle radici nervose che si occupano di trasmettere le informazioni tra il corpo e il SNC.

Il Neurologo, ovvero il medico specializzato in Neurologia, studia dunque tutte quelle condizioni, anche molto diverse tra loro, che determinano un danno o una alterazione del funzionamento del sistema nervoso. Il quadro è complicato dal fatto che molto spesso sintomi molto simili tra loro possono essere causati da malattie anche molto diverse: le manifestazioni dipendono in larga misura dalla sede della lesione, più che dalla sua natura.

 

Tra le malattie di più comune riscontro abbiamo l’ampio gruppo delle Cefalee, ovvero tutte quelle situazioni in cui il Paziente soffre di mal di testa. Un corretto inquadramento specialistico neurologico è indispensabile al fine di caratterizzare l’esatta natura del problema (cefalea tensiva, emicrania, nevralgia ecc.) e di conseguenza impostare una terapia adeguata.

Anche i disturbi del sonno, come l’insonnia o la sonnolenza diurna, sono condizioni relativamente diffuse e che sono meritevoli di un inquadramento specialistico neurologico.

Tra le altre e più importanti problematiche neurologiche abbiamo poi le malattie cerebrovascolari, che ad oggi rappresentano una delle principali cause di disabilità nell’adulto. Esse sono determinate da un assente o inadeguato flusso sanguigno in porzioni più o meno estese del sistema nervoso centrale, situazione che porta al danneggiamento o alla morte dei neuroni. Come già detto, i sintomi in questo caso dipendono dalla sede del danno e dalla sua estensione.

Una menzione a parte meritano le malattie neurodegenerative, caratterizzate da una progressiva involuzione delle funzioni motorie e/o cognitive determinata da una irreversibile riduzione del numero di neuroni. In base alla sede della lesione potremo avere sintomi prevalentemente cognitivi (come nel caso delle demenze, tra le quali la più nota è l’Alzheimer) o motori (come nella Malattia di Parkinson e nei Parkinsonismi).

Per il corretto inquadramento delle patologie neurologiche è innanzitutto opportuno raccogliere la storia del Paziente, ovvero valutare l’esordio dei sintomi e la loro progressione nel tempo. Non di rado è necessario affidarsi ad indagini strumentali morfologiche, quali la TC o la Risonanza Magnetica cerebrale o del midollo spinale; nelle malattie neurodegenerative, caratterizzate da una perdita di funzione, ci si affida ad indagini funzionali quali la PET e la SPECT.

Per la valutazione delle alterazioni del sistema nervoso periferico, invece, quali ad esempio le patologie delle fibre nervose, della giunzione neuromuscolare (miastenia) e delle fibre muscolari, ci si affida invece allo studio elettromiografico (EMG, elettromiografia) e della velocità di conduzione motoria e sensitiva (come nel caso del tunnel carpale).

Responsabili dell’ambulatorio di neurologia:

dott. Roberto Sposito, dott. Fabio Galluzzi, dott.ssa Sonia Mazzucchi e dott. Davide Borghetti

Servizi legati all’ambulatorio di neurologia:

  • elettromiografia 2 o 4 arti;
  • elettroencefalogramma (EEG).
Scopri di più

Vuoi ricevere ulteriori informazioni o prenotare un appuntamento? Contattaci senza impegno!